Come funziona l’autoesclusione AAMS – Casinomonkey.it

autoesclusone AAMS come funziona

Con questa guida ti spiegheremo come funziona l’autoesclusione AAMS e perché è molto importante affinché ogni utente possa vivere un’esperienza sicura e lontana dai pericoli che possono essere provocati dal gioco compulsivo.

Noi di Casino Monkey promuoviamo un gioco sicuro e responsabile, così come fanno tutti i casinò online autorizzati ADM, che offrono ogni strumento necessario per permettere ai giocatori di mantenere una condotta intelligente e moderata: limite ai depositi, limite al volume delle puntate, servizio di assistenza e, per l’appunto, la possibilità di autoescludersi.

Perché ricorrere all’autoesclusione AAMS

Innanzitutto è doveroso sottolineare che esistono due tipologie di esclusione: temporanea e permanente. Ma perché ricorrere all’autoesclusione? Semplice, quando ci si rende conto di star esagerando e perdendo il controllo delle proprie azioni.

Nel momento in cui capisci di avere un problema col gioco d’azzardo e che stai scommettendo più di quanto ti eri prefissato o più di quelle che sono le tue reali possibilità economiche, allora è meglio metterti subito al riparo ed evitare di commettere danni irreparabili per le tue finanze personali.

Il gioco responsabile è il punto cardine sul quale ogni utente deve basare la propria esperienza nel mondo dei casinò online. Non bisogna mai dimenticare che il gioco deve essere solamente un divertimento, un modo per passare il tempo e mai un’opportunità per ottenere facili guadagni.

Come funziona l’autoesclusione AAMS temporanea e quella permanente

L’autoesclusione temporanea, come si intuisce dal nome, è limitata ad un periodo di tempo che solitamente può essere di 30, 60 o 90 giorni. Una volta terminata la scadenza si può tornare ad utilizzare normalmente il proprio account. Si tratta di un’opzione molto valida per prendersi una pausa, riassumere il controllo delle proprie azioni e valutare se è il caso di tornare a giocare in futuro oppure no.

L’autoesclusione permanente invece è a tempo indeterminato e, se si vuole cancellarla, bisogna attendere almeno sei mesi. Non è detto che comunque la richiesta di riattivazione del proprio account venga accettata. Probabilmente, se hai optato per questa decisione, significa che hai capito di avere un grave problema ed è consigliabile smettere di giocare per sempre.

Quando ci si autoesclude, naturalmente, non è possibile aprire nuovi conti su alcun casinò online, piazzare scommesse o depositare denaro. Il blocco del giocatore opera a livello di codice fiscale quindi una volta attivato questo sarà valido per tutti gli operatori di gioco a distanza con licenza ADM. L’unica azione permessa durante il periodo di validità del blocco è il prelievo dei fondi residui (se presenti) sugli account aperti.

L’autoesclusione si può effettuare in due modi: tramite SPID sul sito ufficiale di AAMS (ADM) oppure direttamente sul portale del proprio casinò online rivolgendosi al servizio di assistenza.

Autoesclusione AAMS e logo gioco sicuro ADM

Quando autoescludersi: sintomi

Un aspetto fondamentale per vivere un’esperienza sicura e sana, è comprendere i sintomi tipici che provocano le patologie del gioco d’azzardo. La prevenzione è essenziale nel mondo dell’iGaming, altrimenti si rischia di finire in un vortice molto spesso pericoloso.

Vediamo quali sono i sintomi principali che ci avvertono di avere un problema con il gioco e che devono portare il giocatore a optare tempestivamente per l’autoesclusione:

  • scommettere più di quanto ci si era prefissati;
  • giocare più di quelle che sono le proprie possibilità economiche;
  • aumentare progressivamente il valore delle proprie puntate sia per cercare di vincere di più che per recuperare le eventuali perdite;
  • sottrarre tempo importante alla famiglia e alla vita sociale;
  • influenzare il proprio umore quotidiano in base ai risultati delle scommesse;
  • quando non si gioca, il pensiero è sempre rivolto al gioco d’azzardo;
  • utilizzare i risparmi per giocare oppure il denaro che sarebbe destinato ad altre spese;
  • pensare che il gioco possa migliorare la propria situazione economica;
  • mentire alle persone care per nascondere il coinvolgimento con il gioco;
  • farsi prestare il denaro per poter giocare.

Considerazioni finali sull’autoesclusione AAMS

Non c’è dubbio che l’autoesclusione AAMS sia un’arma importantissima che i giocatori hanno tra le mani per prevenire le patologie del gioco compulsivo, tuttavia ti consigliamo in primis di mettere un limite ai tuoi depositi e al volume delle tue scommesse così da essere certo di non esagerare o lasciarti trasportare eccessivamente.

L’autoesclusione AAMS infatti è una sorta di ultima spiaggia se ci si rende conto che tutte le altre opzioni di contrasto al gioco compulsivo si siano rivelate fallimentari. Come puoi facilmente comprendere è uno strumento di estrema importanza al quale ti consigliamo di ricorrere senza esitazioni se hai manifestato almeno uno dei sintomi descritti in precedenza.

La redazione di Casino Monkey ci tiene particolarmente a mettere in guardia i propri utenti sulle gravi patologie causate da una condotta di gioco sconsiderata, per questo sottolineiamo sempre che per divertirsi con i giochi da casinò e le slot machine non sia necessario spendere chissà quanto, bensì sono sufficienti pochi centesimi.

Ti consigliamo di vedere il gioco d’azzardo come uno svago e nulla di più e di mantenere sempre la massima razionalità quando decidi di scommettere.

Author: admin

Leave a Reply

Your email address will not be published.